Compleanni da Icon: Dennis Bergkamp

Per la nostra rubrica “Compleanni da…Icon” oggi celebriamo Dennis Bergkamp.

Se proprio dovessimo individuare una caratteristica di Dennis Bergkamp, tra le tante spiccherebbe la sua enorme paura di volare. Si, proprio così. Definito da sempre non-flying dutchman che vuol dire l’olandese non volante, ha però fatto ben presto un vero e proprio volo verso la gloriosa storia del calcio. Nasce ad Amsterdam e il suo ruolo è stato attaccante o centrocampista offensivo. La passione per il calcio gli è stata trasmessa in famiglia che subito lo ha svezzato sui campetti di calcio olandesi come trequartista o seconda punta. Impossibile da marcare, un regista in giro per il campo a portarsi palla dietro. Irrefrenabile e unico nei movimenti sia come uomo assist che come finalizzatore.

L’Ajax è il suo primo amore quando nella stagione 1986-1987 già comincia ad affermarsi per tre volte consecutive come capocannoniere nel campionato olandese. Ed ecco subito i titoli importanti: dalla Coppa delle Coppe alla Uefa, rimanendo per due volte ad un passo dal pallone d’oro. 18 miliardi di lire e l’Inter nell’estate del 1993 lo acquista per portarselo a Milano e da lì cominciare un periodo assolutamente diverso da quello trascorso in precedenza. Un’astinenza dai gol durata sei mesi segnando un periodo che comunque lo porterà alla vittoria della seconda Coppa UEFA. Le sue vere potenzialità emergeranno nell’Arsenal. Acquistato per 19,2 miliardi, in 11 stagioni darà il meglio di sé chiudendo lì la sua carriera agonistica il 22 luglio 2006. Dopo due anni Bergkamp viene nominato vice dell’Ajax insieme a Marc van Basten. La sua specializzazione per le giovanili lo porterà per cinque anni come assistente di Frank de Boer: tre scudetti e tre stagioni fino alla risoluzione del contratto nel 2016. Bergkamp resta tra i giocatori olandesi più forti…auguri campione!

Dennis Bergkamp

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento!
Nome